Conto alla rovescia per la giunta targata Palomba. Ieri mattina è andata a Pietro De Rosa la delega per l’igiene ambientale. “Un’emozione indescrivibile nell’accettare la nomina di assessore alla Nu”, le parole del poliziotto che per sei anni ha diretto il commissariato di polizia cittadino, “consapevole di aver assunto una carica importante per lo sviluppo della “Città del corallo”, in una fase storica molto delicata”. De Rosa ha poi annunciato un progetto i cui dettagli saranno poi resi noti successivamente, un progetto da realizzare “con il contributo di tutti i cittadini. Dobbiamo fare in modo che la “Città del corallo, dei cammei, dei fiori, del mobile antico”, diventi una città più pulita, più ordinata, ancora più bella”. Intanto, in queste ore appare certo anche l’ingresso in giunta dell’ex dirigente del comune Vincenzo Sannino a cui verrà assegnata la delega ai Lavori Pubblici scelto in quota “Il Cittadino”, la lista civica più votata alle elezioni. Molti i nomi che stanno circolando da diversi giorni ma su cui non sono state ancora sciolte le riserve preservando l’obiettivo di garantire equilibrio tra gli alleati che hanno portato alla vittoria il mobiliere di via monsignor Felice Romano.
Intanto, il sindaco si sta interessando della vicenda che ha coinvolto la famiglia Demetrio sfrattata e costretta a dormire in auto con una bimba di tre anni. Ieri il presidio della Casa del Popolo si è spostato davanti all’ingresso di Palazzo Baronale e continuerà anche nella giornata di oggi in attesa di una soluzione. Ancora, Giovanni Palomba ha partecipato a un’altra riunione per gli appuntamenti da organizzare in vista della canonizzazione del Beato Vincenzo Romano il prossimo 14 ottobre.