Torre del Greco. Manutenzione, assunzioni, sociale: i contenuti del bilancio

283

Garantire servizi essenziali e attenzione alla quotidianità e fruibilità della città. Il sindaco Giovanni Palomba ha descritto così il Bilancio di previsione approvato in consiglio comunale con i soli voti della maggioranza. Un bilancio – dice – che traduce in cifre quanto già stabilite nelle linee programmatiche di indirizzo.
In primis, la questione rifiuti, e, il nuovo capitolato di spesa per il nuovo piano industriale del “Porta a Porta”.
Dopo, infatti, la rimodulazione della tariffa – con l’approvazione già acquisita del piano industriale – si può procedere alla pubblicazione del bando di gara per inaugurare una nuova stagione che veda – il servizio di raccolta – ritornare alla normalità anche a Torre del Greco. Altro tema portante del documento di previsione, la manutenzione ordinaria della città. Dalla cura del verde urbano, alla sicurezza delle alberature; dalle aiuole stradali, alle diverse richieste che arrivano dai singoli quartieri cittadini, sono previsti interventi, finanziati, anche dalla Città Metropolitana.
Nell’ambito della Pubblica Istruzione, previste in bilancio risorse economiche per progetti formativi e per la manutenzione ordinaria e la sicurezza degli edifici scolastici. Appostate, inoltre, risorse anche per i piani attuativi e di approvazione del PUC. Un apposito importo, poi, è stato riservato alle spese che verranno programmate – nel corso dell’anno – per quegli eventi di natura culturale, sportiva ed in materia di politiche giovanili, importantissimi in una realtà territoriale che voglia creare momenti di aggregazione tali da generare un circolo virtuoso di fermenti culturali e turistici. Spazio anche al sociale e alla tematica del personale comunale con 22 assunzioni a tempo pieno e indeterminato più l’adesione al progetto Ripam nell’ambito del piano lavoro regionale.

Importante, anche, l’impiego e l’utilizzo di risorse economiche finalizzate alla manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio comunale, al fine di conservare i Beni in uso alla città, in uno stato soddisfacente.

All’attenzione dell’assise di Palazzo Baronale, soprattutto, il sociale con l’appostamento di risorse sia comunali, sia trasferite dalla Regione che vedranno programmate spese in aderenza alle esigenze di una utenza in condizioni di particolare disagio socio-economico.

“Cifre importanti, per progetti importanti – la chiosa del primo cittadino – portati avanti con umiltà e con lavoro continuo e costante da parte della squadra di governo. Sento, pertanto, doveroso ringraziare i colleghi di maggioranza e di opposizione soprattutto, per le argute critiche e l’attenta supervisione esercitata, nonché, gli assessori che hanno contribuito con le loro idee alla redazione del progetto; i dirigenti e i tecnici comunali che hanno permesso di giungere a questo momento istituzionalmente importante”.