guardia_costiera-2-2Si è svolta presso la sala riunioni della Capitaneria di Porto di Torre del Greco, alla presenza di assessori e tecnici delle Amministrazioni Comunali ricadenti nel territorio di giurisdizione del Compartimento Marittimo di Torre del Greco (Portici, Ercolano e Torre del Greco), una riunione di coordinamento interistituzionale del cd. “Tavolo Tecnico del Mare” su tematiche riguardanti la prossima stagione balneare.

L’odierno incontro, aperto anche ai rappresentanti dei sindacati balneari di zona, si inserisce nell’ambito di un più ampio confronto sulle tematiche del mare avviato con gli attori dei vari comparti d’interesse che costituiscono volani di economia e sviluppo dei territori, coinvolti in tutta una serie costante di interlocuzioni settoriali tese a garantire la necessaria interazione a garanzia di interessi primari della collettività (sicurezza della pubblica incolumità, difesa dell’ambiente e delle coste, ecc).

Illustrati dalla Capitaneria di porto i dati complessivi relativi alla scorsa stagione balneare nonché le risultanze degli incontri avuti con la generalità degli  stakeholders del comparto marittimo/portuale presenti in ambito compartimentale (pesca, sindacati, gente di mare, cantieristica etc), l’analisi si è focalizzata sulle seguenti tematiche di comune interesse generale:

  • assetto gestionale delle aree demaniali marittime con particolare riferimento a quelle destinate alla libera fruizione ed alla necessità di una loro coerente regolamentazione di modo da garantirne i necessari standard di sicurezza attraverso l’erogazione di servizi minimi essenziali alla collettività;
  • vigilanza del litorale al fine di evitare il perpetrarsi di qualsiasi forma di abusivismo attraverso il capillare controllo in forma congiunta e coordinata di tutte le occupazioni in essere;
  • sicurezza del litorale e ricognizione dei provvedimenti interdittivi di carattere locale, relativi ad aree a terra e specchi acquei, per costoni franosi;
  • erosione costiera per il quale è da registrarsi, grazie anche al lavoro di interlocuzione istituzionale promosso da Capitaneria di porto e Comune lo sblocco di appositi fondi da parte della Città Metropolitana per il rifiorimento delle scogliere poste a protezione della zona Litoranea di Torre del Greco;
  • pulizia spiagge libere e necessità di garantire la continuità del servizio da parte delle Amministrazioni comunali interessate per il mantenimento del decoro e del buono stato dei luoghi;
  • analisi degli attuali assetti delle pianificazioni emergenziali comunali di Protezione Civile e correlata necessità di uno stretto coordinamento tra tutti gli attori istituzionali interessati nonché di un aggiornamento già in corso da parte delle Amministrazioni dei relativi documenti.

Particolarmente significative, inoltre, le argomentazioni trattate in riferimento alla difesa dell’ambiente marino e della costa: le risultanze delle attività di monitoraggio e controllo ambientale condotte dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco lungo tutta la linea di costa nell’ambito dell’operazione Miglio D’Oro che hanno portato alla contestazione di innumerevoli scarichi abusivi, trovano oggi riscontro nella rilevata e rinnovata eccellenza ai fini balneabili della quasi totalità del litorale attestato anche recentemente dall’Arpac a seguito degli esiti della campagna di rilevazione avviata presso determinati punti di prelievo della costa da cui è emerso un trend in ulteriore, costante miglioramento dello stato delle acque tra i Comuni di Torre del Greco, Ercolano e Portici eccezion fatta per taluni residuali punti di criticità già oggetto di approfondimento investigativo e che proprio ieri ha porttato al sequestro di una abusiva tintoria e conceria di pellame tra i Comuni di Ercolano e Portici riversante in mare, attraverso allacci privi di alcun autorizzazione solventi chimici e vernici altamente tossiche.

Nella consapevolezza che le azioni ed interazioni delle singole Amministrazioni Comunali coinvolgono interessi vitali dei territori limitrofi inclusi in Ambiti Territoriali Omogenei è stata enfatizzata l’estrema e strategica importanza di tale forma di azione collaborativa promossa dalla Capitaneria di porto di Torre del Greco rispondente a i canoni di efficienza efficacia e trasparenza della Pubblica Amministrazione.