Torre del Greco, ordinanza per la dichiarazione del periodo di massimo rischio di incendio boschivo dal 30 giugno

528
  • bcp
  • tvcity promo
  • serigraph
  • Miramare
  • Santa Maria la bruna
  • un click per il sarno
  • Lavela
  • Faiella

Arriva l’ordinanza per la dichiarazione del periodo di massimo rischio di incendio boschivo dal 30 giugno al 30 settembre.

Nell’ordinanza firmata dal sindaco Giovanni Palomba si specificano obblighi e divieti nel periodo individuato.

E’ fatto divieto di compiere azioni che possano arrecare pericolo di incendio nelle zone a meno di 200 metri da aree boscate e con folta vegetazione; accendere fuochi per bruciare stoppie e residui vegetali nei prati, nei terreni abbandonati, nei bordi delle strade; salvo i casi autorizzati dal comando carabinieri forestali competente.

Tra gli obblighi previsti invece di effettuare le operazioni di pulizia dei terreni per privati ed enti prima del periodo di massimo rischio. Per cui “entro e non oltre sabato 29 giugno”.

Ogni inizio di incendio potrà essere segnalato al numero unico europee delle emergenze 112.

In caso di mancato rispetto dell’ordinanza chi compie azioni potenzialmente tali da innescare un incendio nelle aree fino a 200 metri da zone boschate – tra il 30 giugno e il 30 settembre – rischierà una sanzione fino a 10mila euro. In caso di avvenuto incendio invece si rischia la denuncia penale.

SCARICA L’ORDINANZA

ORD.SIND.2906DEL20062019_INCENDIO BOSCHIVO

Il provvedimento comunale segue al piano regionale antincendio per il contrasto ai roghi approvato a inizio giugno – facendo decorrere il periodo di massima pericolosità dal 15 giugno. Per la prima volta in assoluto sono state proposte tutte le cartografie aggiornate che tengono conto dei danni riportati negli anni dalle varie aree, dei dati statistici dello scorso anno e delle peculiarità delle singole zone.