La città di Torre del Greco, e, per essa, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba, partecipa al bando della Commissione europea, relativo all’iniziativa “Urban Innovative Actions” (UIA).

L’iniziativa, di matrice europea, volta ad individuare e sperimentare soluzioni nuove a problematiche inerenti lo sviluppo urbano sostenibile, vuole essere un’opportunità per offrire alle autorità urbane, spazi e risorse per testare tali sperimentazioni in rapporto, oltretutto, alla complessità delle realtà sociali.

La proposta, presentata dal Vicesindaco ed assessore ai fondi europei, Annarita Ottaviano, é stata approvata con delibera di giunta, nel corso dell’ultima assise dell’esecutivo cittadino, presieduto da Giovanni Palomba.

Nello specifico, l’amministrazione comunale intende concorrere – così come si legge nel testo del documento di indirizzo – mediante la sperimentazione, sul territorio cittadino, di un sistema di trasporto pubblico locale su gomma che sia pulito, flessibile e gratuito, associato ad un sistema strutturato di monitoraggio e di valutazione di impatto sociale, economico ed ambientale; ovvero, attraverso l’acquisizione di ulteriori “parco macchine” da mettere a disposizione dell’intera comunità cittadina.

Titolo della proposta progettuale è LIFT: “Local Innovative ecoFriendly Transport”, e, nasce dalla considerazione che a Torre del Greco, il livello di qualità della vita e la fruibilità del territorio, risentono di numerose criticità, legate al sistema di trasporto pubblico locale, oltre al fatto che la città subisce forti rallentamenti dei flussi veicolari, per l’eccessivo utilizzo di mezzi su gomma privati.

“É una sfida – le parole del Vicesindaco Ottaviano. Riteniamo, però, che Torre del Greco abbia tutte le potenzialità e le possibilità per concorrere a pieno titolo e riuscire a vedersi riconosciuto un progetto competitivo ed ambizioso, con il quale intendiamo intervenire sulla mobilità sostenibile cittadina, non sostituendoci al trasporto pubblico, bensì intervenendo con azioni collaterali, utili al decongestionamento della città. Ho inteso da subito aderire al bando europeo ritenendo, questa, una occasione da non perdere, ma da valorizzare per iniziare in modo concreto a riqualificare il tessuto sociale ed economico dell’intera città che andrà a concorrere con le altre realtà europee”.

Pubblicato, inoltre, anche l’avviso pubblico per intercettare eventuali partners che intendano contribuire alla realizzazione del progetto.