Torre del Greco, passeggiata Porto Scala e belvedere aereo da valorizzare

499

Un percorso pedonale e uno dall’alto per ammirare il panorama della zona porto a Torre del Greco. Due interventi – entrambi finanziati con i fondi del Piu Europa – e oggi inutilizzati.
La passeggiata Porto Scala a causa dei continui danni provocati dalle mareggiate. Il percorso sospeso invece vittima dell’incuria e dell’abbandono.

Il belvedere aereo
Quest’ultimo progetto era legato alla riqualificazione degli spazi aperti del complesso Molini Meridionali Marzoli con l’obiettivo di recuperare i riferimenti della struttura originaria delle aree esterne comprendente la sistemazione dei piazzali nord e sud, il restauro della Torre Ciminiera e la ricostruzione dei “percorsi del grano” che sono diventate due passerelle aeree pedonali che collegano il belvedere alla torre F. Oggi l’ingresso del belvedere si presenta così – desolato, con rifiuti accumulati all’ingresso. La vista è mozzafiato ma voltandosi sul lato destro salta agli occhi l’altra opera Piu Europa che avrebbe dovuto segnare il rilancio della zona portuale della città del corallo e che ormai da mesi altro non è se non un cumulo di macerie.

COSTO TOTALE DELL’INTERVENTO € 1.996.856,70

La passeggiata Porto-Scala
Circa un mese fa abbiamo documentato il disastro prodotto dall’ultima mareggiata. Era il 29 gennaio. Oggi la situazione – se possibile è addirittura peggiorata. Doghe spezzate ammassate all’inizio del viale pedolale. Buche ovunque, transenne cadute e massi anche di grosse dimensioni lungo l’intero percorso. Soldi letteralmente finiti in mare, quelli della Passeggiata Porto Scala che i cittadini torresi hanno tanto amato nel primo periodo di vita, prima che diventasse pericoloso avvicinarsi all’area.

porto scala

COSTO TOTALE DELL’INTERVENTO € 2.156.999,37

La rinascita della Torre
Zone che dovrebbero essere rifunzionalizzate così come avvenuto per la ex “Torre di scarico merci dal mare”- dove proprio domenica è stato inaugurato il Centro Federale della Federazione Italiana Vela. Alto 37 metri, su 5 livelli, arredata e pienamente funzionale, dotata di ascensore – il restaurato edificio – presenta due piani dedicati alla didattica, un piano dedicato ad uffici e due piani alla foresteria con un piazzale di oltre 800 mq ed un ulteriore immobile, nelle disponibilità FIV, da completare e da adibire a palestra presentandosi come un luogo unico nel panorama dell’impiantistica sportiva nazionale.

COSTO TOTALE DELL’INTERVENTO € 2.563.189,59

 

Sullo sfondo resta anche la necessità di ridare dignità all’intero complesso industriale degli ex Molini Meridionali Marzoli attualmente in decadenza.