Torre del Greco, scossone in maggioranza. L’addio di Anna Pizzo e le accuse del gruppo Dai

306

Un altro scossone nella vita politica cittadina con la maggioranza legata al sindaco Palomba che mostra insofferenza. 

Appena la settimana scorsa le tribolazioni legate al pressing dei consiglieri Luisa Liguoro e Gaetano Frulio che portarono alle dimissioni del vicesindaco Annarita Ottaviano. Salvo poi il ripensamento della Ottaviano e la sua decisione di restare nella squadra del sindaco Giovanni Palomba.

Ieri un po’ a sorpresa è arrivato invece l’addio dell’assessore Anna Pizzo che curava – tra le altre – le deleghe alla cultura, al turismo e alla pubblica istruzione. 

Nella lettera inviata al primo cittadino parla di “amarezza di recenti accadimenti che hanno appesantito i tempi di raggiungimento di alcuni obiettivi dell’amministrazione”. Da qui la decisione di dimettersi per evitare che quell’amarezza “si tramuti in insoddisfazione ed impossibilità a fare ed agire”. 

I riferimenti molto probabilmente sono all’organizzazione di eventi e all’erogazione di contributi. Questo il pomo della discordia che ha causato malumori e prese di distanza.

A completare il quadro la nota partita dai consiglieri del gruppo Dai – Michele Langella e Lucia Vitiello- che di fatto si sganciano dalla maggioranza: “Continueremo le nostre e battaglie politiche ed amministrative accogliendo esclusivamente solo quegli atti che realmente puntino allo sviluppo dei nostri territori”. Langella e Vitiello lamentano l’esclusione della forza politica da loro rappresentata “da momenti di condivisione e partecipazione dalle scelte strategiche per il buon andamento dell’attività amministrativa”. Proprio in conseguenza a questa circostanza è arrivata la richiesta all’assessore Pizzo di “rimettere il proprio mandato protocollando le proprie dimissioni dall’incarico di assessore sino ad oggi ricoperto nonostante abbia svolto positivamente il proprio ruolo anche contro quanti abbiano tentato di frenarne o ostacolarne l’azione”.