Torre del Greco verso le Europee, pressing per il sorteggio degli scrutatori

223

Torre del Greco verso le elezioni Europee. Si accende il dibattito sulla scelta degli scrutatori per la giornata del 26 maggio. Questa mattina presso gli uffici di via Calastro si è riunita la commissione elettorale composta da Alessandra Tabernacolo, Iolanda Mennella e Antonio D’Ambrosio e presieduta dal sindaco Giovanni Palomba. Al momento però non è arrivata ancora la decisione definitiva sulle modalità di individuazione degli scrutatori.

Prima dell’inizio del confronto, la consigliera Alessandra Tabernacolo ha fatto sapere “di aver deciso – unitamente al partito di Fratelli d’Italia – di portare avanti la tesi del sorteggio per definire gli scrutatori. Si tratta di una questione di trasparenza”.

Due le opzioni di fronte alla commissione elettorale che dovrà nominare oltre 500 scrutatori in vista del prossimo appuntamento elettorale. Procedere al sorteggio pubblico oppure scegliere la strada della nomina diretta, come avvenuto nel caso delle ultime elezioni amministrative con una lunga scia di polemiche.

Anche il sindaco Giovanni Palomba e il consigliere Antonio D’Ambrosio sono orientati al sorteggio.

La commissione può decidere in maniera discrezionale le modalità di scelta degli scrutatori, optando anche per una selezione mista tra sorteggio e nomina diretta.

Dal presidente del consiglio Felice Gaglione e dalla consigliera Iolanda Mennella è partita una richiesta specifica per procedere all’adozione “permanente del criterio del sorteggio per la nomina degli scrutatori”. In particolare, si chiede a tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione di sottoscrivere il documento impegnandosi per tutta la durata del mandato a procedere alla scelta esclusivamente tramite il sorteggio. L’orientamento della componente della commissione elettorale sarebbe quello di procedere alla nomina diretta qualora non si arrivasse alla condivisione del documento.

Anche il MoVimento 5 Stelle è in pressing per chiedere di “tagliare qualsiasi ponte con clientelismo e opacità di scelta”.

Analoga richiesta dalla consigliera di Azione Torre Romina Stilo: “L’unione fa la forza: chiediamo alla commissione elettorale di decidere per il sorteggio. Devono rappresentare i cittadini tutti, senza distinzione alcuna”.

La commissione elettorale è stata aggiornata per questa sera alle 18.