Tragedia sfiorata all’ospedale Sant’Anna di Boscotrecase. Sabato scorso, un uomo di circa 50 anni si era recato al Maresca di Torre del Greco. Qui, dopo un controllo, era stata ipotizzata una perforazione intestinale, ma, vista la presenza di un unico chirurgo nel presidio ospedaliero torrese, l’uomo è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Boscotrecase. Qui il paziente attendeva una tac con contrasto. Intorno alle 19:30, quando i medici erano in procinto di eseguire l’esame, è mancata la corrente. In tale circostanza si sarebbe dovuto immediatamente attivare il gruppo elettrogeno per garantire il funzionamento dei macchinari, ma l’ospedale boschese ne è sprovvisto. In quegli attimi concitati si è così scatenato il panico, e l’uomo è stato nuovamente trasferito, all’ospedale di Nola, dove è stato operato e si è ripreso. Una gravissima mancanza che ha realmente messo in pericolo la vita del 50enne, con una perforazione in corso, e quella degli altri pazienti presenti nel nosocomio.