Nella domenica in cui la capolista Bari perde la propria imbattibilità in campionato (pugliesi sconfitti sul campo della Cittanovese), il “Liguori” si conferma fortino inespugnabile. Tra le mura amiche, infatti, la Turris batte (2-0) una buona Sancataldese grazie alla doppietta di Celiento e riduce a nove le distanze dalla vetta. Otto, invece, i punti di vantaggio sulla terza in classifica, il Marsala: ai corallini non resta che pensare partita dopo partita e alla fine tirare le somme. Perché continuare a vincere è un imperativo che interessa non solo nell’ottica primato del girone (la missione aggancio resta obiettivamente molto difficile), ma anche in quella di miglior seconda tra i nove gironi di serie D in chiave ripescaggio. Contro i neroverdi siciliani, mister Fabiano schierava a sorpresa Casolare tra i pali (D’Inverno ancora indisponibile); in difesa, Riccio dal primo minuto al fianco di Varchetta e Formisano (non Auriemma) sulla corsia laterale; in mediana, Vacca rientrava dalla squalifica, ma a sorpresa Esposito (classe 2001, prodotto della Juniores) prendeva il posto di un Fabiano non ancora completamente recuperato; Addessi-Longo-Celiento il solito trio d’attacco. La prima occasione della gara era di marca corallina: al 7’, Celiento serviva al centro dalla sinistra, Vacca ci provava di piatto, Franza deviava in angolo; sul successivo corner, Riccio metteva fuori di testa. Turris al piccolo trotto e allora ci provava bomber Longo a spezzare l’equilibrio: prima al 19’ con un’acrobazia in area di rigore che finiva altissima, poi al 21’ con un colpo di testa che finiva di poco a lato. Il vantaggio arrivava al 30’: sugli sviluppi di un corner, Celiento lasciava partire un tiro dal limite dell’area che batteva Franza. Sette minuti più tardi la Turris raddoppiava: ancora Celiento era lesto ad insaccare (nella foto) su una punizione battuta da di Aliperta. L’uno-due metteva ko i siciliani che non riuscivano a reagire. Anzi, era la Turris a sfiorare il gol nella ripresa (al 10’) con una conclusione dalla lunga distanza di Addessi, ma Franza deviava in angolo. La risposta dei siciliani arrivava al 15’ con Ficarrotta la cui punizione colpiva la traversa. I corallini riprendevano di nuovo in mano il pallino della gara e al 27’ Celiento ci provava dalla lunga distanza, palla alta sulla traversa. Fabiano inseriva Lagnena (al posto di Addessi) per dare più sostanza al centrocampo e al 35’ Longo sfiorava il tris con un tiro piazzato sul quale Franza si superava deviando in angolo. Casolare, invece, salvava su Montalbano al 38’, poi Fabiano si copriva con Di Nunzio (per Vacca; in campo anche Guarracino per Celiento). Casolare si esaltava in due occasioni negando il gol alla Sancataldese, Longo divorava il tre a zero: la partita si chiudeva così, con una Turris che vinceva non a valanga, ma concreta e che sa soffrire. Servono anche vittorie così.

Andrea Liguoro

LA CLASSIFICA – SERIE D, GIRONE I

BARI 49

TURRIS 40

MARSALA 32

CASTROVILLARI 31

CITTANOVESE 31

PORTICI 30

NOCERINA 29

PALMESE 29

GELA 28

ACIREALE 27

TROINA 26

LOCRI 25

CITTÀ DI MESSINA 22

SANCATALDESE 22

ROCCELLA 22

MESSINA 21

IGEA VIRTUS 14

ROTONDA 10