Serviva una vittoria importante anche in trasferta (dopo quella di Rotonda). Serviva un acuto anche lontano dal “Liguori”. La Turris espugna di misura (0-1) il difficile campo di Cittanova (dove è caduta anche la capolista Bari) e blinda il secondo posto con dieci punti di vantaggio sulla terza, adesso l’Acireale. Qualche punto, in realtà, i corallini lo guadagnano anche dalla prima posizione: in virtù del pari dei pugliesi, infatti, il distacco dalla capolista Bari si è ridotto a nove. Che sia corsa sulla prima (oggettivamente difficilissimo pensare che il Bari possa perdere il primato) o sulla terza (oggettivamente più facile), continuare a guadagnare punti resta l’obiettivo più importante per una Turris che dovrà arrivare ai playoff con il maggior numero di punti possibili in chiave ripescaggio. Per la difficile trasferta di Cittanova, mister Fabiano doveva fare ancora a meno non solo degli infortunati Varchetta e Longo, ma anche dello squalificato Cunzi (quattro i turni di stop per il cartellino rosso rimediato nel finale con il Marsala): in attacco, quindi, fiducia a Di Dato dal primo minuto, panchina per Guarracino. La prima occasione della gara era di Addessi che al 7’ lasciava partire un tiro a giro, bloccato in due tempi da Cassalia. I calabresi rispondevano tre minuti più tardi con una conclusione di Napolitano, D’Inverno era bravo a respingere. La gara scorreva sui binari dell’equilibrio, con i corallini che non riuscivano a pungere in attacco per la poca verve di Celiento ed Addessi. Cittanovese pericolosa al 40’ con un tiro dalla distanza, D’Inverno deviava in angolo. Più pimpante la ripresa: al 5’, Gioia si rendeva pericoloso con un colpo di testa, la palla finiva poco alta sulla traversa. Sei minuti più tardi era Vacca ad andare vicinissimo al gol, ma al momento della conclusione a pochi passi dalla porta, il centrocampista corallino veniva anticipato in angolo. Pericolosissimi, al 27’, i padroni di casa: Abayan, ben servito da Condemi, concludeva a rete con D’Inverno battuto, Riccio salvava sulla linea. Fabiano avvertiva la sofferenza in fase offensiva ed inseriva Guarracino per un non incisivo Celiento e la mossa si rivelava vincente: al 31’ l’attaccante corallino insaccava di testa un calcio d’angolo battuto da Addessi. La Turris correva un solo pericolo al 47’ con un colpo di testa di Condemi che finiva fuori, ma il risultato non cambiava più.

Andrea Liguoro

 

LA CLASSIFICA – SERIE D, GIRONE I

BARI 59

TURRIS 50

ACIREALE 40

MARSALA 37

GELA 37

PORTICI 37

CITTANOVESE 37

CASTROVILLARI 34

PALMESE 33

TROINA 33

NOCERINA 33

MESSINA 28

CITTÀ DI MESSINA 27

SANCATALDESE 27

ROCCELLA 26

LOCRI 26

ROTONDA 20

IGEA VIRTUS 19