Veicoli elettrici, arrivo “a chiamata” e percorsi flessibili. Torre del Greco risponde alla call europea UIA con un progetto sulla mobilità

445

Superare le criticità del trasporto pubblico locale, ridurre l’impatto ambientale dei mezzi pubblici, risolvere i problemi di congestione del traffico legati all’utilizzo delle auto private.

Partendo dall’analisi di queste problematiche, il comune di Torre del Greco ha deciso di aderire all’iniziativa della Commissione Europea “Urban Innovative Action” – che punta a testare nuove soluzioni per lo sviluppo urbano sostenibile con lo stanziamento totale di oltre 300 milioni di euro.

La “call” scade il prossimo 31 gennaio e la giunta Palomba ha deciso di partecipare con un progetto che permetta di sperimentare “un sistema di trasporto pubblico locale su gomma che sia pulito, flessibile e gratuito – associato a un sistema di monitoraggio sull’impatto sociale, economico e ambientale”. Il titolo della proposta è “Lift”, ossia Local Innovative ecoFriendly Transport.

Il prossimo step sarà la pubblicazione di un avviso pubblico per la ricerca di partner e soggetti interessati all’idea progettuale.

Nel dettaglio, la progettualità prevede l’utilizzo di un parco veicoli a propulsione elettrica o ibrida acquistati dal Comune insieme a un sistema di stazioni di ricarica in punti strategici del territorio. Ancora, il servizio dovrà essere gestito mediante un software  che consenta agli utenti di prenotare via smartphone o tablet un “passaggio” con gli eco-veicoli una qualsiasi tratta sul territorio comunale. Non saranno previsti percorsi fissi ma un servizio “on demand” – su richiesta – flessibile.

Innovazione di processo, di prodotto ma anche organizzativa, come previsto dalla call europea. Da progetto – la concessione andrà ai privati che dovranno garantire un servizio gratuito agli utenti e un controllo costante sull’andamento sotto i profili della soddisfazione dell’utenza, dell’impatto sulla viabilità cittadina e sull’impatto ambientale.