• Santa Maria la bruna
  • Miramare
  • tvcity promo
  • Faiella
  • serigraph
  • bcp
  • Lavela
  • un click per il sarno

SOMMAAttirava persone in cerca di lavoro, promettendo posti in cambio di soldi e millantando amicizie con pubblici ufficiali e autorità religiose.
I carabinieri hanno arrestato un 57enne che, secondo le indagini, millantando conoscenze e influenza su pubblici ufficiali aveva “venduto” ben 5 posti di lavoro.
Era riuscito a far credere alle vittime di avere una forte influenza decisionale su personaggi in vista negli scavi e nel santuario di Pompei e le aveva convinte a pagare fino a 4.500 euro per assicurarsi il posto di lavoro.
Le indagini che hanno portato a scoprire la truffa sono state condotte dai carabinieri della stazione di Pompei e coordinate dalla procura di Torre Annunziata. L’indagato, Noè Somma di Pimonte, è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari. Le accuse nei suoi confronti sono di  truffa e millantato credito.
Nel corso delle indagini, i militari dell’arma hanno accertato che Somma aveva millantato la conoscenza e la sua influenza su pubblici ufficiali della soprintendenza ai beni archeologici, su dirigenti di asl e inps e, addirittura, su autorità ecclesiastiche.
Con questo espediente era riuscito a farsi consegnare somme da 500 a 4.500 euro da ben 5 persone, attirate dalla promessa di posti di lavoro nel santuario e negli scavi archeologici di Pompei.