Sta per chiudersi la prima settimana post-elezioni a Torre del Greco. Una settimana animata da polemiche sulla correttezza del voto e da mobilitazioni, raccolte firme ed esposti per chiedere chiarezza. Ma anche da incontri per alleanze e accordi. Il Partito Democratico si è riunito per decidere la linea verso il ballottaggio del 24 giugno. Un incontro interlocutorio in cui si sono messi sul tavolo i temi di un possibile alleanza con Giovanni Palomba senza tuttavia arrivare a una posizione definitiva. Le prossime ore saranno decisive per definire le linea dei dem – rimasti, come è noto, esclusi dalla competizione elettorale. Intanto, i due sfidanti al ballottaggio restano attivi sul territorio. Giovanni Palomba ieri è stato in visita all’ospedale Maresca accompagnato dall’ex assessore Ciro Accardo. Un tour che “ha portato una maggiore consapevolezza dei problemi evidenti che attanagliano il nostro nosocomio”, ha fatto sapere Accardo, “soluzioni possibili sono state proposte da alcuni responsabili di reparto con proposte realizzabili”.
Luigi Mele inizia a disegnare la sua giunta, in caso di vittoria e ieri ha lanciato il nome del dirigente scolastico dell’Istituto Istruzione Superiore Francesco Degni di Torre del Greco, Rossella Di Matteo come assessore all’Istruzione. “Non una semplice squadra di assessori ma – ha detto Mele – quella che andremo a formare, se eletto, sarà una squadra di primo livello”. Una notizia commentata anche da Nello Formisano: “Complimenti sinceri per la scelta, questo è il livello di cui ha bisogno la nostra città. Mi auguro che le scelte Palomba siano dello stesso livello”.