Vesuvio e scavi tra le mete preferite dai turisti nelle festività pasquali

47
  • Faiella
  • serigraph
  • Miramare
  • un click per il sarno
  • Santa Maria la bruna
  • Lavela
  • tvcity promo

Il Vesuvio tra le mete preferite a Pasqua dai turisti nonostante le incerte condizioni metereologiche: per l’intera giornata di lunedì sono stati 4.388 gli accessi al Gran Cono, la vetta dalla quale si ammira il Golfo di Napoli, le isole di Ischia e Capri e il panorama dei comuni vesuviani. ”Sono molto soddisfatto di questi risultati, vuol dire che il lavoro di promozione e valorizzazione che come Ente Parco stiamo svolgendo sta dando i suoi frutti” dice il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Agostino Casillo. Considerando l’intero week end pasquale – nelle tre giornate di sabato, domenica e lunedì – al Gran Cono del Vesuvio gli ingressi totalizzati sono stati 12.373. L’anno scorso nelle stesso periodo si erano registrati 10.073 ingressi per cui la crescita nel 2019 è stata del 23%.

”Oltre ai numeri del Gran Cono sentiero numero 5 che è la nostra punta di diamante – prosegue – a breve avremo i dati dei flussi turistici anche su tutti gli altri sentieri e i punti di interesse del Parco”.

Affluenza da record anche nei siti archeologici vesuviani.

Sospese ieri le corse della Funivia per il Monte Faito a causa del vento.

A Pompei nella giornata di Pasquetta – secondo quanto fa sapere la Soprintendenza – sono stati superati i 18mila accessi e al Parco archeologico di Ercolano sono stati sfiorati i 2.400.Dati che saranno destinati ancora a crescere per il lungo ponte del 25 aprile e del 1 maggio che tratterrà molti turisti nelle nostre zone.