La rete civica per il Parco invia una serie di richieste alla comunità del Parco del Vesuvio e ai sindaci dei tredici comuni dell’area protetta.

Richieste in realtà contenute in una lettere inviata a inizio maggio ma messe in stand by a causa della campagna elettorale. “Nella lettera chiediamo ai sindaci di confrontarci con loro su tre questioni”, hanno scritto sul blog le associazioni aderenti alla rete civica: l’istituzione delle consulte civiche, previste come strumenti di partecipazione dallo statuto dell’ente Parco; il dissesto idrogeologico e il relativo rischio dopo gli incendi del 2016 e del 2017 e l’eliminazione del micro discariche in area Parco. La questione degli incendi è stata affrontata nello specifico nei giorni scorsi durante un incontro pubblico in cui sono state gettate “le basi di una collaborazione con consiglieri regionali di maggioranza e opposizione per portare la questione all’attenzione del consiglio regionale. Sul rischio dissesto recentemente l’Ente Parco ha presentato le ricerche del dipartimento di Agraria. “Da questo primo step di ricerca è emerso che, su gran parte del territorio percorso dal fuoco (circa 3000 ettari), i danni sono stati più lievi, infatti è già in atto una importante ripresa vegetativa di molte specie arboree”, ha spiegato il presidente Casillo, “l’area dove l’incendio è stato più severo e i danni sono stati maggiori è di circa 500 ettari”. La Rete Civica ha fatto notare che “Casillo ci ha tenuto a precisare che questo studio è stato commissionato alla Università per mettere in condizione l’ente Parco di “dare indicazioni agli enti locali e ai privati possessori di suoli, sugli interventi da farsi, essendo il Parco un ente regolatore”. La nota è firmata da Cittadini per il Parco, Cai Campania, Associazione Il Laboratorio delle idee – Massa di Somma, Associazione Vesuviani in cammino – Pollena Trocchia, Associazione Neanastasis – Sant’Anastasia,  Associazione Rinascita civile Vesuviana – San Giuseppe Vesuviano, Associazione Piazza Pulita – Boscotrecase, Associazione Viviamo Trecase – Trecase, Pro Loco Trecase, Pro Loco Torre del Greco, Associazione Free Spirit – Torre del Greco, Università Verde – Torre del Greco, Pro Loco Herculaneum – Ercolano, Ascom Ercolano.