Viabilità a Castellammare tra incidenti, buoni propositi e bicicletta per chiedere il piano urbano della mobilità

18

Viabilità a Castellammare tra rischi e mobilità sostenibile.

Nelle ultime settimane diversi episodi critici hanno interessato la città delle acque con pedoni travolti in pieno centro sul lungomare. Una situazione che sta animando il dibattito in città con richieste di maggiore sicurezza.

L’amministrazione ha avviato il rifacimento delle strisce pedonali e della segnaletica orizzontale in alcuni tratti. “Piccoli ma importanti passi per garantire la vivibilità ai cittadini e potenziare la sicurezza delle nostre strade”, ha detto il sindaco Cimmino.

Nel frattempo alcune realtà cittadine – Gli amici della Filangieri, Radio Asharam e Ciclofficina Popolare Raffaele Viviani – hanno organizzato un nuovo appuntamento del ciclo “E mo’ pedala”. I bikers saranno in strada il prossimo 20 giugno con partenza dall’hotel Miramare su corso Garibaldi.  

“Nell’ultimo mese abbiamo visto diventare la strada un luogo caotico dove pedoni e ciclisti devono temere per la propria incolumità anche solo per attraversare la strada”, dicono gli organizzatori, “vogliamo dire basta a questa noncuranza da parte dell’amministrazione! Noi sappiamo benissimo che la sicurezza delle nostre strade passa in primis attraverso uno strumento urbanistico come il Piano Urbano della Mobilità, attualmente non applicato”.

Nel frattempo, proprio in tema di mobilità, la giunta comunale stabiese ha approvato il  approvato il progetto per partecipare al bando del Ministero dell’Ambiente per la realizzazione di aree attrezzate per il servizio di bike sharing, che consiste in un sistema di biciclette a noleggio pubbliche. Si prevede di realizzare 7 postazioni in diversi punti strategici di Castellammare con 84 stalli e 56 biciclette per il servizio di bike sharing e ulteriori 162 stalli su rastrelliere.