“Credo sia inevitabile l’invio della commissione d’accesso da parte del Prefetto di Napoli”, così il consigliere comunale e già senatore Nello Formisano dopo la notizia dell’operazione dei carabinieri di Torre del Greco che hanno eseguito 14 misure cautelari nell’ambito dell’inchiesta sul voto di scambio alle ultime elezioni amministrative.

Nel corso di indagini coordinate dalla Procura di Torre Annunziata i militari dell’Arma hanno scoperto l’esistenza di un sodalizio criminale attivo a Torre del Greco che in occasione delle elezioni amministrative del 2018 aveva acquistato voti in cambio di somme tra i 20 e i 35 euro, o di generi alimentari, o promettendo posti di lavoro previsti da un progetto regionale.