Voto di scambio, il M5S: “Ripuliamo Torre del Greco” – VIDEO

1833

“Ripuliamo Torre del Greco”, i portavoce del MoVimento 5 Stelle in consiglio comunale a Torre del Greco chiedono chiarezza e trasparenza per la città dopo il blitz di questa mattina, “non è solo quello che vuole il M5S ma tutti i cittadini torresi. E’ l’ennesima pagina che ci riporta alla ribalta nazionale”. Nel video le dichiarazioni dei consiglieri comunali Vincenzo Salerno e Santa Borriello.

Associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio elettorale. Da 20 a 35 euro per un voto o un pacco alimentare o ancora la promessa di un posto di lavoro da netturbino. Ci sarebbe tutto questo dietro le ultime elezioni amministrative a Torre del Greco. Un quadro ricostruito dalla procura di Torre Annunziata in questi mesi di indagini. Questa mattina i carabinieri hanno dato esecuzione a 14 misure cautelari. Coinvolti anche due consiglieri comunali di maggioranza, Abilitato e Piccirillo e un ex assessore, Simone Onofrio Magliacano.

“Credo sia inevitabile l’invio di una commissione d’accesso da parte del prefetto di napoli”, il commento del consigliere comunale Nello Formisano con Alleanza Solidale che ha indetto una conferenza stampa nel pomeriggio.

“E’ un anno che Leu e Articolo Uno a Torre del Greco chiedono che si faccia chiarezza su episodi di voto di scambio avvenuti fuori ai seggi durante le elezioni amministrative”, è intervenuto Arturo Scotto parlando di “una ferita enorme per una città bella e difficile come Torre”. Dall’opposizione anche l’intervento del consigliere Luigi Mele: “Siamo garantisti, siamo convinti che la giustizia debba fare il suo corso. Ma dopo aver scritto l’ennesima pagina nera per la nostra Torre del Greco e i suoi cittadini, ora resta una sola cosa da fare: liberare la Città per tornare a quella dignità ormai persa da tempo”.