Chiusura ufficio postale a Torre del Greco, Articolo UNO: “Maltrattate le periferie”

632

Continua la lotta per la riapertura dell’ufficio postale di Leopardi in via Nazionale a Torre del Greco. La sede ormai è chiusa da mesi e lo sconforto dei cittadini si fa sentire sempre di più. Dopo l’iniziativa del partito Forza Nuova che ha raccolto firme lo scorso sabato nei pressi della Chiesa del Buon Consiglio, anche il partito Articolo UNO di Torre del Greco si è unito alla causa. “A Leopardi la popolazione già subisce la presenza degli impianti per i rifiuti urbani e speciali di tutta la città, ora anche l’ufficio postale di Leopardi di categoria A, con 7000 libretti di risparmio, che serve un bacino di 35.000 utenti, inaugurato nel 1962 ora verrà soppresso” spiega Anita Sala referente del partito ARTICOLO UNO.

“Purtroppo la fiducia tra la direzione delle poste e la proprietà è stata tradita poichè l’interesse della periferia viene calpestato” continua l’esponente del partito.

Si attende ora un incontro con il sindaco Giovanni Palomba ma soprattutto con il vice sindaco Michele Borriello anch’egli residente a Leopardi, affinchè attraverso una mediazione istituzionale, la posta in via nazionale riprenda il suo servizio.