inps marittimi

“Vogliamo dignità”. Da Castellammare ancora una volta si alza il grido dei marittimi costretti a mettersi in fila tutta la notte per cercare di raggiungere lo sportello “Malattia” alla sede Inps. 

Parla di uno “scempio” Vincenzo Accardo, presidente dell’associazione di Torre del Greco Marittimi  per il Futuro recatosi a via Savorito accanto ai lavoratori in fila al freddo.

Già a inizio dicembre aveva denunciato la situazione paradossale con decine di lavoratori del mare – armati di plaid e coperte- pronti a passare la notte all’addiaccio pur di assicurarsi un numero nella “lista” di prenotazione per lo sportello. 

Nonostante le denunce e il potenziamento del servizio con la previsione di due giorni di apertura a settimana, per i marittimi il disbrigo di pratiche relative ai periodi di malattia resta una vera odissea. La fila per assicurarsi l’accesso all’istituto di via Savorito inizia il giorno prima.

L’associazione Marittimi per il Futuro chiede che la gestione dello sportello venga garantita su base territoriale: “I marittimi di Torre del Greco dovrebbero andare alla sede Inps di Torre del Greco. Non è giusto quanto sta accadendo e ci batteremo per ottenere un cambiamento”.