castellammare

Per due mesi il Comune non chiederà soldi alle famiglie stabiesi. “Ho accolto, di concerto con l’assessorato alle finanze, la proposta unanime della commissione consiliare bilancio presieduta dal consigliere Salvatore Gentile e ho dato indirizzo al dirigente al ramo di provvedere alla sospensione per almeno 60 giorni di tutte le attività di riscossione dei tributi comunali e di prolungare i termini di scadenza degli accertamenti e delle ingiunzioni in essere”. Così il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, commenta la decisione del Comune stabiese di sospendere per due mesi la riscossione dei tributi comunali.

“Un’iniziativa con cui potremo dare sollievo a tante famiglie che hanno subito l’impatto economico a causa dell’emergenza correlata al coronavirus. Ed anche un atto dovuto nei confronti di tanti contribuenti che non sono attrezzati per interfacciarsi attraverso gli strumenti informatici e sarebbero costretti ad uscire di casa per pagare le tasse”.