Coronavirus, a Torre del Greco cittadini tra ottimismo e timori. Già introvabili mascherine e amuchina – LE INTERVISTE

4396

Allarme coronavirus a Torre del Greco. Dopo la diffusione del virus in Italia, ormai terzo paese al mondo per contagio, tutto il paese sta correndo ai ripari. Anche se la diffusione resta ancora circoscritta al Nord Italia è plausibile che il COVID 19 arrivi in tutte le regioni italiane.

I sindaci del vesuviano si stanno preparando ad affrontare la possibile emergenza, promuovendo confronti con l’autorità sanitaria sul territorio e attendendo indicazioni dalla Prefettura.

Intanto – nonostante le rassicurazioni da parte degli amministratori locali dell’area vesuviana che stanno giungendo in queste ore  – la paura si sta diffondendo rapidamente fra la popolazione, colpa anche delle tantissime fake news diffuse in rete e sui social.

Stanno andando già a ruba le mascherine e i disinfettanti come l’amuchina. Abbiamo chiesto alle farmacie del centro cittadino se fossero acquistabili tali prodotti ed è emerso che da settimane i fornitori non le rendono disponibili, più o meno da quando si è diffusa l’epidemia a livello internazionale.

Centinaia di persone si presentano in farmacia ogni giorno – ci hanno raccontato i farmacisti – e molti chiamano continuamente per prenotare le mascherine e chiedendo informazioni sui dispositivi di protezione contro il virus. I dottori ci hanno spiegato che la settimana prossima potrebbero arrivare i nuovi rifornimenti e quindi le mascherine dovranno tornare ad essere disponibili. 

Tra i torresi c’è anche chi si dice ottimista e cerca di seguire l’evolversi della situazione senza farsi prendere dal panico