Finisce il governo Conte bis: la crisi scatenata da Renzi – VIDEO

69

Finisce il governo Conte bis. Ieri Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni delle ministre di Italia viva dal governo. Si è aperta così una crisi di governo, che deve essere ancora ufficialmente formalizzata, in piena emergenza sanitaria. A far scattare la miccia è stata la gestione del Recovery Fund, lo strumento comunitario fortemente richiesto dal governo per contrastare la crisi economica provocata dalla pandemia. Conte, in una prima fase, ha ipotizzato una cabina di regia guidata da Palazzo Chigi con l’ausilio di alcuni ministri, sei super manager (uno per ogni area dei progetti) e una squadra di tecnici. L’idea però ha creato tensioni nella maggioranza. Ieri sera, aprendo il Consiglio dei ministri, il premier ha confermato di aver accettato il passo indietro di Teresa Bellanova ed Elena Bonetti. Le parole sono come pietre. Parla di “grave responsabilità” e “notevole danno al Paese” prodotto da un gesto che non può essere sminuito. Afferma di aver cercato “fino all’ultimo utile” il dialogo ma il terreno è stato “disseminato di mine”. Il premier Giuseppe Conte non ha, però, dato alcun cenno di dietrofront. Oggi Pd e M5s riuniranno i loro vertici per valutare la crisi. Le scelte possibili sembrano due: o dimettersi per aprire il tentativo di un nuovo governo o andare in Parlamento a verificare, con chiedendo la fiducia alla Camera, la maggioranza. Lo stesso presidente della Repubblica Mattarella ha chiesto una soluzione della crisi in tempi brevi. Se sceglierà davvero lo showdown in Parlamento l’obiettivo potrebbe essere ottenere il sì da una maggioranza larga e solida, con un appello ampio a sostenere il lavoro del governo.