“Il Covid non potrà distanziarci dall’Immacolata”: i sentimenti dei torresi

1570

Il Covid non ferma la devozione dei torresi per l’Immacolata. Nonostante la pandemia e le restrizioni, malgrado il 2020 sia il primo anno, in un secolo e mezzo di storia, in cui non si svolgerà la processione del carro votivo, i fedeli di Torre del Greco portano nel cuore le tradizioni e i riti di una giornata di festa. Oggi la messa solenne con la benedizione ai portatori, celebrazione che, tradizionalmente, avrebbe anticipato la “girata” del carro nella navata principale della Basilica di Santa Croce. Ma il carro non c’è, così come il mare di fedeli. L’effige della Vergine Immacolata, posta su un più modesto trono, è comunque al suo posto e può essere ammirata da chi entra, in modo contingentato, in chiesa. Così i torresi non si sono lasciati scoraggiare dalle transenne e, in tanti, sono arrivati in Santa Croce anche solo per una preghiera alla Madonna. “Il Covid può distanziare le persone – dichiara un fedele – ma non può allontanarci dalla fede”. Presenti anche molti portatori che hanno comunque ricevuto la benedizione e partecipato alla messa: “Noi, l’Immacolata, la portiamo tutti i giorni, nel cuore”.