Latitante in fuga sui tetti per sfuggire alla cattura. Preso dai carabinieri – VIDEO

115

Tenta la fuga sui tetti per evitare la cattura. Latitante braccato dai carabinieri.

Nella serata di ieri a Melito di Napoli, il 42enne Federico Frappese – inserito nell’elenco dei latitanti pericolosi – è stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. L’uomo – ritenuto affiliato al clan Ranucci – era ricercato per tentato omicidio e associazione mafiosa. Nel febbraio 2018 era stata emessa nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della direzione distrettuale antimafia. Le indagini hanno permesso di localizzarlo all’interno dell’abitazione della compagna. Così intorno alle 20 di ieri le forze dell’ordine hanno fatto scattare il blitz. Sentendosi braccato – avendo i carabinieri accerchiato tutto l’edificio – ha tentato una fuga spericolata. L’uomo si è arrampicato

su un climatizzatore dopo aver scavalcato la finestra. E’ riuscito a salire sul tetto del palazzo e a nascondersi in un appartamento vuoto. Ma i carabinieri non lo hanno perso d’occhio riuscendo ad ammanettarlo e a trasferirlo in carcere.

Il latitante è ritenuto responsabile del tentato omicidio del fratello del capo del clan Marrazzo.