bomba colli aminei

Forte esplosione avvertita ieri a Napoli, nella zona dei Colli Aminei.

Il boato è stato percepito a centinaia di metri di distanza, la deflagrazione è avvenuta in un luogo di passaggio per pedoni e veicoli e solo per un caso non si è assistito ad una tragedia peggiore. Secondo le prime ricostruzioni, l’ipotesi più accreditata e plausibile è quella di un attentato del racket.

“Il quartiere e la città non possono tollerare questi atti che espongono la cittadinanza a gravi rischi, condizionando ancora più duramente le attività commerciali già provate dal periodo di profonda crisi a causa dalla pandemia da Covid-19 in atto, al punto tale da indurre gli esercenti alla chiusura, o peggio nelle mani della camorra. È giunto il momento di alzare la testa e pretendere una risposta dallo Stato, Napoli non deve più subire questi episodi. Si fa sempre più urgente l’applicazione di sistemi di videosorveglianza, il presidio sempre più radicale del territorio e la massima durezza verso episodi del genere che offendono non solo la nostra sicurezza ma anche la nostra dignità, ostacolando ogni possibilità di sviluppo economico e di riscatto sociale. E’ il tempo che la politica diventi protagonista del contrasto al crimine che affligge la nostra città, con fermezza e senza più nessuna ambiguità. Napoli è più forte di chi la vuole debole!”

Ha dichiarato Alessandro Basile, coordinatore di Azione per la III Municipalità e membro della Segreteria Provinciale