ordigno

Napoli, quartiere Borgo Sant’Antonio Abate: Controlli anti-covid, contrasto all’illegalità diffusa e sicurezza alimentare. Operazione a largo raggio dei Carabinieri.

Continuano i controlli dei Carabinieri della compagnia di Napoli Stella che – su disposizione del comando provinciale – hanno setacciato le strade del rione Borgo Sant’Antonio Abate. I militari, insieme a quelli del reggimento campania e della polizia municipale hanno identificato 46 persone delle quali 26 pregiudicate.

Durante i controlli i carabinieri hanno denunciato anche 3 persone: 2 per furto di energia elettrica e 1 perché trovato alla guida senza aver mai conseguito la patente con recidiva nel biennio.

Controlli amministrativi: 22 le sanzioni per occupazione abusiva del suolo pubblico e varie le attività commerciali sanzionate: 44mila euro l’importo complessivo.

Controlli anti-covid: 6 le persone sanzionate secondo le norme anti-Covid perché senza la prevista mascherina e 4 le attività commerciali chiuse temporaneamente per non aver predisposto i previsti accorgimenti anti-contagio (gel – DPI – termoscanner).

L’attività ha visto numerosi militari dell’Arma e agenti della polizia municipale e numerose sono stati i controlli su vari fronti. Basti pensare che durante le operazioni volte al contrasto dell’illegalità diffusa e alla verifica del rispetto delle norme per il contenimento epidemico sono stati sequestrati anche 4 quintali di frutta e verdura prive di indicazioni circa la loro provenienza ed è stata sanzionata una macelleria per mancanza di HCCP.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.