baby

“Non siamo un baby parking”: gli insegnanti dell’asilo scrivono a De Luca.

“Non siamo un baby parking”. Gli insegnanti della scuola dell’infanzia non ci stanno e scrivono al Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Pomo della discordia è l’ultima ordinanza firmata dal presidente della Regione, che impone misure restrittive per il mondo della scuola e non solo.

“Da premettere che sono fiera di essere una DOCENTE DELLA SCUOLA DELL’ INFANZIA e sono felice di essere a scuola, in presenza, ma non per le motivazioni elencate nella sua ordinanza” scrive la professoressa Nunzia Orefice.

“Caro presidente, sappia che da noi si insegna il rispetto, la condivisione, la consapevolezza della propria identità, la conquista dell’ autonomia e lo sviluppo delle competenze!!! Ì bambini da 3 ai 6 anni crescono sul piano dello sviluppo affettivo, cognitivo e sociale e nessun gettone nel parchimetro può ridarci la dignità che stasera, con le motivazioni aberranti della sua ordinanza, ha calpestato! Felice di ritornare dai miei bambini, a scuola, non in un baby parking!!!”