maresca

Una lettera di solidarietà a firma del Sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, è stata indirizzata ed inviata – questa mattina – al Direttore Generale dell’ASL Na3Sud, Gennaro Sosto ed al Direttore Sanitario dell’Ospedale “A. Maresca”, Fernando Siani per esprimere la vicinanza istituzionale del primo cittadino e dell’intera squadra amministrativa nei confronti di tutto il personale medico, sanitario e parasanitario impegnato, ormai, da mesi nella difficile gestione della pandemia da Coronavirus – nonché – esposto quotidianamente e in prima linea alle difficoltà di un evento epocale senza precedenti.

Una volontà dell’Amministrazione comunale, in ricordo soprattutto – così come si legge nel corpo della missiva – dei trascorsi mesi che hanno visto la città di Torre del Greco particolarmente investita dalla crisi epidemiologica, e, tra le più colpite – anche in termini di vite umane – del Mezzogiorno d’Italia.

“Ho piacere di esprimere – il testo a firma del primo cittadino – a nome dell’intera Amministrazione comunale della città di Torre del Greco, che mi onoro rappresentare il mio personale plauso e un condiviso messaggio di solidarietà istituzionale per quanto concretamente e quotidianamente svolto a beneficio delle nostre comunità territoriali. Ben comprendo le difficoltà e il grande sforzo profuso dall’intero personale medico, sanitario e parasanitario che, quotidianamente, con dedizione ed abnegazione esprime la propria professionalità in un contesto ed in una contingenza storico-epocale di non eguagliabile memoria. Viviamo, ormai, da mesi nella logorante preoccupazione di una pandemia senza precedenti che inesorabilmente ha trasformato – dallo scorso mese di marzo – le nostre vite, i nostri ritmi e la serenità delle nostre abitudini, e, continua a sconvolgere la tranquillità delle comunità civili locali, nazionali, europee e mondiali. Ciononostante, innegabile è il ruolo di “frontiera” e di “battaglia” svolto, ora per ora, dai medici e da tutti gli operatori sanitari della nostra città – tra le più colpite, dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, dell’intero Mezzogiorno d’Italia – con un bilancio gravissimo, anche in termini di vite umane. Alla luce di queste considerazioni, e, di tutto quanto anzi espresso, affido alla presente – a nome dell’intera comunità politica locale – i miei più alti sentimenti di stima e di apprezzamento per il lavoro e lo spirito di servizio offerto alle cure della nostra gente e a quanti, continuamente, vi ricorrono, auspicando per tutti la serenità e il sopravvenire di giorni, certamente, più fausti. Grazie, e ad Majora”.