Ospedale Maresca, sospesi gli interventi d’elezione. Cresce la rabbia di operatori e utenti

282

Non c’è pace per l’ospedale Maresca di Torre del Greco. Vecchie carenze e nuovi problemi, ancora caos e disagi. Sospesi da tre settimane gli interventi d’elezione per mancanza di personale infermieristico in sala operatoria, nonostante sia arrivato il tavolo in sostituzione di quello fuori uso. Una situazione che sta creando non poche difficoltà ai pazienti in attesa di essere operati, per piccoli interventi ambulatoriali e sedute già programmate. Cresce la rabbia di operatori ed utenti. 

Non si comprende, inoltre, la logica della turnazione con una sola unità di giorno e due infermieri in turno di notte in sala operatoria, e perchè sia stato bloccato il trasferimento di un oss dal pronto soccorso dell’ospedale di Boscotrecase alla sala operatoria del Maresca, un giorno prima senza motivo. 

Nei giorni scorsi una paziente di 90 anni in occlusione intestinale è stata operata d’urgenza con un solo infermiere in sala operatoria e senza operatore sociosanitario. Carenze che mettono a rischio l’incolumità di pazienti ed operatori. Una situazione grave e non più tollerabile segnalata a più riprese ai vertici della direzione sanitaria e aziendale, ma invano. 

Resta dunque garantita l’urgenza, ma si lavora in affanno in sala operatoria, come in chirurgia e in pronto soccorso per le ataviche carenze di personale medico ed infermieristico; le unità che vanno via o per trasferimenti o per pensionamenti non vengono infatti rimpiazzate. Dopo le ripetute denunce e sollecitazioni non solo degli operatori di intervenire, finalmente la settimana scorsa la direzione generale dell’Asl Napoli3sud è corsa ai ripari con  un concorso pubblico per titoli ed esami a copertura a tempo indeterminato di 15 posti di dirigente medico disciplina di medicina e chirurgia di accettazione e di urgenza da destinare ai pronto soccorso degli ospedali di Torre del Greco e Boscotrecase.