Piante nelle aree distrutte dagli incendi, l’impegno della Bcp per l’ambiente

Un gesto di responsabilità sociale.

Hanno seminato nuove piante in un’area del Parco Nazionale del Vesuvio particolarmente colpita dai devastanti incendi dell’estate 2017 per favorire il restauro della vegetazione perduta e rendere rigoglioso un territorio ricco di splendidi sentieri.

Protagonisti nella mattinata di domenica i figli dei dipendenti della Banca di Credito Popolare di Torre del Greco.

Anche quest’anno infatti la banca ha aderito all’iniziativa nazionale M’illumino di Meno, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

Pedalare, rinverdire, migliorare, lo slogan di questa edizione e proprio in quest’ottica si inserisce l’azione di rimboschimento di quelle aree del Parco andate distrutte dai roghi del 2017, già avviata a dicembre con Arca Fondi Sgr con la piantumazione di 1.000 nuovi alberi e proseguita domenica in collaborazione con l’Associazione Fondiaria Oasi Vesuvio, che si occupa della difesa, valorizzazione e fruizione sostenibile del patrimonio boschivo del Vesuvio.

Un’iniziativa, che rientra nelle attività di Responsabilità Sociale che la Banca porta avanti per favorire la crescita di una cittadinanza attiva e responsabile e dare un contributo per lasciare un mondo migliore alle nuove generazioni.

Articolo precedenteTorre del Greco: Servizi sociali nel caos, la protesta ai Molini Marzoli
Articolo successivoPiazza di spaccio nel carcere di Secondigliano, 26 misure cautelari