Restrizioni in tutta Italia anche dopo le feste: le ipotesi del Governo – VIDEO

1

A pochi giorni dal termine delle festività natalizie, il Governo insieme ai tecnici studia ciò che saranno le misure dal prossimo 7 gennaio. La scadenza del decreto natalizio, al momento prevista il 6 gennaio, potrebbe essere prorogata con un’ordinanza del ministro della Salute. Ma non è l’unica ipotesi in campo. Si va dunque verso la linea rigida anche in vista dei giorni a venire. Le proposte al vaglio sono due: quella di mantenere in vigore le misure vigenti fino al 15 gennaio (arancione nei feriali e rossa nel weekend) oppure di tornare in zona gialla per il 7 e 8 gennaio, per poi passare alle misure della fascia arancione il weekend del 9 e 10 e, successivamente, sulla base del monitoraggio, assegnare le fasce per la settimana seguente. Non da escludere il ritorno in zona rossa nel weekend. Il provvedimento potrebbe essere firmato anche entro stasera e dovrebbe prevedere il divieto di spostamento tra le regioni, ristoranti e bar solo da asporto nel prossimo week end e ancora il divieto di ospitare più di due persone a casa, tra amici e parenti. Scuole elementari e medie tornano in presenza dal 7 gennaio, mentre sulla riapertura delle superiori diversi governatori ritengono che sia decisivo aspettare l’esito del monitoraggio, previsto l’8 gennaio. E’ la questione incidentalmente posta dai presidenti di Regione durante il vertice di stasera, che ha riguardato invece come oggetto principale le altre misure dopo il 7 gennaio.