Rifiuti a Torre del Greco, sindaco e assessore: “Rispettate le regole della differenziata”. Più controlli e comunicazione

229

Rifiuti a Torre del Greco, il sindaco Giovanni Palomba e l’assessore all’igiene urbana Raffaele Arvonio invitano i cittadini a rispettare le pratiche per la raccolta differenziata.

L’amministrazione ha avviato la fase di start up per il sistema di porta a porta, che diventerà ufficialmente operativo il prossimo mese di gennaio. 

Fino a quella data resta quindi in piedi l’attuale sistema di gestione della Nu con ecopunti e siti di prossimità.

“Pur tenendo conto delle necessità di adattamento da parte dei cittadini, l’amministrazione – dicono Palomba e Arvonio – non può permettersi oltremodo di tollerare comportamenti non conformi all’ordinanza sindacale in vigore per la differenziata”.

“Ad oggi purtroppo sono tanti e troppi i cittadini che ancora non differenziano i rifiuti e conferiscono a tutte le ore, in ogni dove e senza rispettare il calendario settimanale”, sottolineano sindaco e assessore al ramo. Un comportamento che “inficia la percentuale di raccolta differenziata e in parte vanifica il comportamento virtuoso di quella parte di cittadini torresi che hanno capito l’importanza della raccolta differenziata al fine di salvaguardare la bellezza del nostro territorio”.

Non solo, con l’avviso pubblico diramato in questi giorni l’amministrazione annuncia anche l’intensificazione dei controlli sul territorio comunale: “Saranno segnalati i rifiuti non conformi e saranno multati i trasgressori”.

“La corretta separazione dei rifiuti inizia nelle case di ciascuno di noi, pertanto è indispensabile la collaborazione di tutti”, concludono il sindaco Palomba e l’assessore Arvonio annunciando nei prossimi giorni l’avvio di una “massiccia campagna di comunicazione e sensibilizzazione che prevederà il coinvolgimento dei ristoratori, delle utenze domestiche e delle scuole territoriali affinché la città di Torre del Greco si adegui agli standard regionali e nazionali in materia di raccolta differenziata”.