san giorgio

San Giorgio a Cremano, 14 Novembre – Il gruppo di attivisti “FreeCremano” ha trasmesso in data odierna una proposta all’indirizzo dell’Amministrazione comunale riguardante l’utilizzo alternativo dei fondi destinati alle luminarie e agli eventi natalizi.

“Nel pieno dell’emergenza Coronavirus, perché non destinare i fondi per le luminarie alle famiglie in difficoltà, come sta accadendo già in vari Comuni?”: si domandano i componenti della compagine politica sangiorgese. Il riferimento è a quei Comuni, come Bacoli, Pompei, Acerra che già hanno annunciato nei giorni scorsi di venire in soccorso alle fasce più deboli della popolazione risparmiando sui costi delle attività natalizie.

Da questa esigenza è stata lanciata la proposta rivolta alla Amministrazione comunale capitanata da Giorgio Zinno per l’utilizzo di buoni da spendere negli esercizi ubicati sul  territorio comunale. “In questo modo – scrivono i membri di FreeCremano – si aiutano le fasce più deboli individuate dai servizi sociali in base ad una graduatoria e sostenendo, al tempo stesso, il commercio locale. Con particolare riguardo a quelle categorie di negozianti che, più di tutte, stanno subendo la crisi economica causata dalle restrizioni”.