zinno

San Giorgio, Zinno: “Incidenza positivi scuole è dello 0,27%”. Ecco l’aggiornamento del primo cittadino:

“Cari concittadini, nell’ambito di un costante monitoraggio della situazione Covid-19 all’interno di tutte le scuole del nostro territorio, abbiamo calcolato la percentuale di incidenza dei positivi sulla popolazione studentesca.
Come sapete da sempre aggiorno sui vari contagi, dovendo anche intervenire in questi giorni su notizie fasulle che purtroppo ancora circolano tra alcuni concittadini. Ricordo di nuovo che procurare allarmismi immotivati tra la popolazione è reato oltre che un gesto meschino.
I dati fotografano nel complesso 29 positivi tra alunni, insegnanti e personale scolastico, su una platea di oltre 10374 persone.
Questo significa che la percentuale dei contagiati nel mondo della scuola è pari allo 0,27%, dunque una percentuale da non sottovalutare ma comunque bassa. Quasi tutti i positivi sono asintomatici.
Esaminando i singoli casi emerge peraltro come una parte di questi possa non essere direttamente riconducibile al contesto scolastico. Inoltre, due terzi dei casi sono tamponi effettuati da persone in quarantena e quindi “tamponi di controllo” rispetto al contagio con il caso indice.
A San Giorgio sono positive 194 persone, pari allo 0,43% della popolazione residente. Questo ulteriore dato ci fa comprendere che ad oggi non vi è una prova chiara che la riapertura delle scuole abbia creato un boom di contagi da Covid-19.
Proprio per questo, tutti noi sindaci attendiamo dall’unita di crisi della regione Campania i parametri di riferimento per eventuali decisioni in merito alle scuole. Ovviamente, dopo le sentenze del Tar ogni decisone deve essere ponderata e basata su ragioni scientifiche.
La Regione proprio oggi ha avviato un’attività di screening in tutti gli istituti scolastici, richiedendo la compilazione di un questionario con i dati del contagio.
Nel frattempo continuiamo a tenere il filo diretto con i dirigenti scolastici e i medici UOPC della Asl per valutare l’andamento epidemiologico nelle scuole e più in generale sul nostro territorio in tempo reale.
La responsabilità di tutti voi e l’enorme lavoro delle istituzioni hanno fatto sì che, rispetto a realtà similari alle nostre, il tasso di contagio sia molto più basso. Non dobbiamo mai abbassare la guardia e finché vi sarà anche un solo positivo in città dovremo essere responsabili per noi stessi e per gli altri.”