Settembre, la politica a Torre del Greco tra nuovi obiettivi e solite grane

251
  • un click per il sarno
  • Faiella
  • Lavela
  • Santa Maria la bruna
  • serigraph
  • tvcity promo
  • Miramare

Settembre, tempo di nuovi inizi e vecchi problemi.

La politica cittadina si è rimessa in moto già da qualche tempo con l’annuncio dell’avviso pubblico per la selezione di 19 figure da impiegare a tempo determinato nel progetto di “Sostegno all’inclusione attiva” e naturalmente con la seduta del consiglio comunale di fine agosto.

La prima successiva al ritorno in sella del sindaco Giovanni Palomba. Il 7 agosto il ritiro delle dimissioni e la nuova ripartizione delle deleghe con le new entry in giunta Enrico Pensati per il Marketing territoriale e la Pubblica Istruzione, Novella Ventimiglia con Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica e Sportiva.

“Inconcepibile discutere l’assestamento di bilancio senza la presenza del dirigente al ramo e dei revisori dei conti”, l’affondo dei 5 Stelle subito dopo la seduta del 28 agosto, “ancora una volta chiediamo le dimissioni del sindaco e del presidente del consiglio”. Il 5 settembre si tornerà in aula per il consiglio comunale convocato per le ore 21.

Una cinquantina i punti all’ordine del giorno tra cui l’approvazione del documento unico di programmazione, la variazione del bilancio di previsione 2019/2021, l’aggiornamento del programma triennale dei lavori pubblici e del programma biennale di acquisti e forniture, oltre a una sfilza interrogazioni e mozioni su varie tematiche già da tempo al centro del dibattito, dai rifiuti allo stadio passando per nomine e teatro comunale.