Teramo-Turris, i corallini in trasferta per allontanare la zona retrocessione

64

Impegno in trasferta per la Turris, attesa nella giornata di domani dal match contro il Teramo. La squadra di Torre del Greco cercherà la vittoria per continuare a tenere a distanza di sicurezza la zona retrocessione, dopo il pareggio casalingo nel turno precedente contro il Catanzaro.

Servirà una squadra più concreta rispetto a quanto visto domenica scorsa, quando i corallini sfiorarono addirittura il colpaccio. Nelle ultime uscite, in particolare, il gioco è apparso in evoluzione, ma resta da migliorare l’efficacia del reparto offensivo. L’ultimo step per raggiungere la consapevolezza di poter centrare l’obiettivo che ad inizio stagione sembrava alla portata e che si è complicato nel girone di ritorno.

Anche la squadra ospite palesa diversi problemi in attacco, con i soli 32 gol in attivo, ma sicuramente la classifica sorride in maniera più netta. Gli abruzzesi infatti sono all’ottavo posto con 42 punti in cassaforte, ma vorranno sicuramente rifarsi dopo le 3 sconfitte consecutive.

Il regalo salvezza, tuttavia, potrebbe arrivare anche in maniera anticipata ed inattesa. Molto dipenderà dalla Cavese: tenendo conto infatti dei criteri retrocessione, anche qualora i corallini perdessero tutte le restanti 5 partite e finissero quartultimi, disputerebbero l’eventuale spareggio solo se la Cavese riuscissero nell’impresa di racimolare 11 punti nelle ultime 6 partite.

Buona notizia che potrebbe arrivare a poche settimane dal termine del campionato, slittato, secondo l’ultima decisione della Lega Pro, al prossimo 2 maggio. Data in cui la Turris, si spera, potrebbe festeggiare la sua permanenza nel professionismo.