torre del greco

Un incontro tra il Comune di Torre del Greco e la GORI S.p.a. per discutere ed affrontare le diverse problematiche e criticità afferenti le infrastrutture a rete e gli impianti del S.I.I. (Servizio Idrico Integrato) ubicati sul territorio cittadino.

Un proficuo tavolo di intenti e di concertazione, quello che si è tenuto nella giornata di ieri, presso la sede istituzionale di Palazzo “La Salle”, richiesto dall’Assessore ai Servizi Tecnologici, Giuseppe Speranza, che ha visto la partecipazione del Dirigente al VII Settore, Giuseppe D’Angelo, e delle diverse Maestranze tecniche della GORI.

Nel corso della riunione, si è ampiamente discusso sia delle attività in corso di esecuzione, sia di quelle da pianificare ex novo. Nello specifico, in tale ambito, l’assessore Speranza ha palesato la volontà dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Giovanni Palomba, di prevedere tra gli altri interventi, tre attività in particolare:

L’installazione di cinque ulteriori casette dell’acqua nelle zone di: Leopardi, Litoranea, S. Teresa, via Scappi/Bianchini e via Di Sotto ai Camaldoli;

L’estensione della rete idrica, in via Montedorotratto a Monte del serbatoio in gestione GORI – a circa trenta nuclei familiari, attualmente privi del servizio idrico;

L’estensione della rete fognaria in via Lagno Rivieccio – di ulteriori trecento metri – e la contestuale realizzazione di altrettante reti fognarie in via Villa Bruno Prota, viale delle Margherite, via Fiume Sarno, via Viuli – tratto a valle di via Nuova Trecase con allaccio su via Nazionale – via Volpicelli, via Friuli e traversa Mortelle.

Ho fortemente voluto l’incontro con la GORI – le parole dell’assessore ai Servizi Tecnologici innanzitutto per verificare lo stato di attuazione degli interventi programmati in precedenza e già sollecitati da tempo dal sindaco Palomba, nonché, per pianificare l’inizio di nuove attività sul territorio, a beneficio della comunità cittadina, attesi da anni e mai realizzati. L’estensione della rete idrica e di quella fognaria, ritengo essere azioni, a carattere urgente, da porre in essere per garantire dignità e civiltà ai nostri concittadini”.