Torre del Greco, verso un autunno caldo per l’ospedale Maresca

344

Si preannuncia un autunno non senza disagi all’ospedale Maresca di Torre del Greco. Al ritorno dalle ferie estive restano infatti le criticità.
In pronto soccorso come nei reparti si continua a lavorare in affanno con il personale ridotto all’osso.
Una situazione che perdura ormai da tempo senza soluzione e che non consente di garantire i livelli minimi di assistenza penalizzando inevitabilmente gli utenti.
Restano le difficoltà nel reparto di Chirurgia, al secondo piano del nuovo padiglione dove per tutto il mese di agosto sono stati ridotti i posti letto per le gravi carenze di personale sia medico che infermieristico e sospesi gli interventi d’elezione. Le attività a pieno regime dovrebbero riprendere a metà mese.
Si lavora con un medico a turno in pronto soccorso come in Radiologia dove persiste il guasto del mammografo, fermo già da tempo con la sospensione del servizio di screening gratuito per le donne che da anni seguono il programma di prevenzione promosso dall’Asl.
Una situazione di totale immobilismo per il presidio ospedaliero di via Montedoro che secondo il piano sanitario regionale dovrebbe contare ben 150 posti letto ma oggi è ridotto ad un contenitore vuoto.
Intanto lo scorso 6 agosto la Giunta Regionale ha deliberato le nomine dei direttori generali di aziende Sanitarie e ospedaliere: alla direzione dell’ASL Napoli 3 al posto di Antonietta Costantini arriva dall’azienda sanitaria regionale del Molise il calabrese Gennaro Sosto.