astrazeneca
(FILES) In this file photo taken on November 17, 2020 An illustration picture shows vials with Covid-19 Vaccine stickers attached and syringes with the logo of British pharmaceutical company AstraZeneca on November 17, 2020. - The boss of British drugs giant AstraZeneca, which with Oxford University has produced a Covid vaccine, denounced a "me first" approach by some countries to obtaining doses on January 25, 2021. (Photo by JUSTIN TALLIS / AFP)

Attesa per il via libera dell’Agenzia europea dei medicinali Ema al vaccino anti-Covid Oxford-AstraZeneca-Irbm: la decisione sull’autorizzazione al farmaco arriverà domani e non oggi. Il Comitato per i farmaci ad uso umano (Chmp) dell’Ema è riunito dall’inizio della settimana.

Il via libera per AstraZeneca era stato annunciato da Ema entro la fine di gennaio.

Nel frattempo AstraZeneca sarebbe pronta a pubblicare il contratto di consegne dei vaccini anti-Covid stipulato con l’Ue. Lo scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung, citando fonti europee, secondo un’anticipazione. Il ceo Pascal Soriot lo avrebbe promesso nel corso di una videoconferenza con alcuni rappresentanti degli Stati membri.

Per aumentare la produzione del vaccino anti-Covid, AstraZeneca non esclude l’ampliamento del numero di stabilimenti in Europa – anche per l’infialamento – ma, visti gli alti requisiti necessari, è molto difficile. E’ quanto si apprende in merito alla produzione del vaccino da parte del colosso farmaceutico anglo-svedese, che sta lavorando per risolvere il problema del rallentamento di resa dello stabilimento in Belgio nella fabbricazione della sostanza attiva.

La Germania raccomanda anche la vaccinazione con il vaccino del produttore britannico-svedese AstraZeneca, ma con restrizioni. Sulla base dei dati attualmente disponibili, questo vaccino è raccomandato solo per le persone di età compresa tra 18 e 64 anni, ha annunciato il ministero Federale della Salute. Lo riferisce la Dpa.

Boris Johnson snobba l’indicazione tedesca sull’utilizzo per ora in Germania dei vaccini anti-Covid di AstraZeneca solo sui pazienti sotto i 65 anni e assicura che i dati della somministrazione britannica – in corso già da diverse settimane – testimoniano di “una buona risposta immunitaria in tutti i gruppi di età”. Alla domanda se la raccomandazione cautelare tedesca lo preoccupasse, il premier Tory, a margine d’una visita in Scozia, ha risposto secco: “No. Perché la Mrha, la nostra autorità (di controllo sui farmaci), ha chiarito bene di ritenere che il vaccino Oxford/AstraZeneca sia molto buono ed efficace”.

Fonte ANSA