30 nuovi posti letto al Covid Hospital di Boscotrecase: punto sugli ospedali – VIDEO

182

30 nuovi posti letto al covid hospital di Boscotrecase. L’ASL Napoli 3 Sud accelera la creazione di nuovi posti letto. A fronte del nuovo incremento dei contagi da Covid-19 si è reso necessario un riassetto delle strutture ospedaliere. L’obiettivo è quello di non arrivare alle situazioni critiche vissute in autunno, con interi presidi saturi di ricoverati fino al limite. Attenzione maggiore sull’ospedale di Boscotrecase, maggiormente esposto all’afflusso di contagiati dall’intera area vesuviana. Per far fronte al notevole incremento dei casi covid che necessitano di supporto respiratorio registrato negli ultimi giorni, la direzione strategica dell’Asl ha deciso di incrementare la disponibilità di assistenza ventilatoria con ulteriori 30 posti letto allestiti presso il covid hospital di Boscotrecase oltre i 22 già disponibili. La decisione scaturisce anche dalla situazione venutasi a creare presso i pronto soccorso aziendali, in particolare quello di Castellammare di Stabia, nei quali negli ultimi giorni si è verificato un notevole afflusso di ambulanze con a bordo pazienti in attesa di assistenza. Sul fronte della necessità di personale qualificato da dedicare ai nuovi posti letto di Boscotrecase la direzione Asl ha deciso di rimodulare, temporaneamente, l’offerta spostando al covid hospital alcune unità in servizio a Castellammare e a Torre del Greco. In tutto questo si collocano, quindi, le criticità del Maresca che ha temporaneamente personale ridotto a causa di questi passaggi. L’area di pronto soccorso è stata liberata. Una scelta che ha scatenato la preoccupazione, soprattutto dopo che il 70% dei ricoverati nel reparto di ortopedia e chirurgia era risultato positivo al tampone. I 10 pazienti ospitati sono stati riallocati al piano superiore che è passato da 16 a 26 posti letto massimi, lasciando così inalterata la capacità complessiva. Nel pronto soccorso, al termine dei lavori in atto, saranno disponibili ulteriori 6 posti letto di terapia subintensiva. Un intervento disposto dall’Asl il mese scorso e che ricaverà nuovi spazi per i degenti in uno stabile adiacente al Pronto Soccorso, procedura che ha richiesto il trasferimento dei pazienti. La direzione Asl Napoli 3 Sud ha ribadito che si tratta di scelte a carattere temporaneo e dovute all’emergenza. Alla fine della quale si prevede la riapertura del pronto soccorso di Torre del Greco.