ospedale maresca otorini

Assenza di reagenti, difficoltà nell’effettuare test rapidi per il Coronavirus, mancanze croniche al Pronto Soccorso. E la lista delle criticità riscontrate dagli operatori sanitari all’ospedale Maresca di Torre del Greco non termina qui. La denuncia arriva dagli operatori stessi, che fanno il punto su tutti i deficit che attualmente il nosocomio torrese sta vivendo, accentuati dall’emergenza Coronavirus.

“Nulla è stato fatto in questo periodo di necessità per avere i reagenti per dosare la procalcitonina, esame importante per porre diagnosi differenziale, e l’unico test a disposizione per accertare la presenza del coronavirus nel sangue è il dosaggio su plasma di igG e igM anti Coronavirus, che peraltro ha solo valore epidemiologico e, inoltre, effettuato con estrema reticenza e non dopo le 20”, denunciano.

“Di notte gli oss devono venire a ritirare gli esami cartacei perché non è sempre presente un medico che li carichi online pur avendo il programma per farlo”, aggiungono. “In più nel Pronto Soccorso noi operatori non possiamo dosare la ferritina, né una VES”.

La denuncia, spiegano gli operatori, sarà avanzata anche in sede giudiziaria al termine dell’emergenza sanitaria in corso. Nonostante tutte le difficoltà, in ogni caso, prosegue lo sforzo eccezionale del personale sanitario per fronteggiare lo stato emergenziale che stanno vivendo tutte le strutture ospedaliere italiane.