Ospedale-Boscotrecase

Negli ospedali dell’Asl Napoli 3 Sud si comincia a respirare. Dopo i giorni difficili nei nosocomi del Vesuviano, lieve calo di affluenza di pazienti nei pronto soccorsi.

Soprattutto al pronto soccorso del San Leonardo di Castellammare. In questi giorni circolavano foto di un ospedale preso d’assalto, file di ambulanze in attesa di accedere al pronto soccorso per consentire il ricovero di pazienti gran parte dei quali affetti da Covid-19. 

Creati degli spazi adiacenti ai pronto soccorso degli ospedali dell’Asl Napoli 3 Sud per i pazienti affetti dal virus.

Anche Sorrento e Nola tirano un sospiro di sollievo. Diminuisce l’affluenza dei pazienti, in attesa delle direttive per collocare i positivi nei cosiddetti Covid resort. Progetto partito dall’Ospedale del Mare di Napoli. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha affermato: “Abbiamo un’intera palazzina, destinata ai familiari dei pazienti con credo 200 stanze, che sarà destinata totalmente ad accogliere pazienti asintomatici che, anziché stare negli ospedali, possono stare lì a passare queste due settimane di isolamento. Stiamo facendo la stessa cosa in altre realtà territoriali con altre Asl per svuotare un pò gli ospedali».

Resta invece critica la situazione nel Covid hospital di Boscotrecase. Saturi i posti letto di degenza e quelli di terapia intensiva.