Un concorso per valorizzare la creatività e le abilità degli studenti, attraverso riflessioni, immagini, suoni e colori di una città alle prese con le sfide della pandemia. “Castellammare al tempo del coronavirus” è il nome del progetto che mette alla prova gli alunni di tutte le scuole, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, invitati ad interpretare, in forma scritta, pittorica, scultorea, musicale o tramite un testo multimediale, i cambiamenti e le sfide che la città ha dovuto affrontare.
L’iniziativa, ideata dall’assessorato alla Pubblica istruzione, sarà così articolata:
➡ per gli alunni della fascia pre-scolare, nella misura di 10 partecipanti per ogni scuola, il concorso prevede un disegno o un lavoro manuale per descrivere com’è cambiata la città nel periodo della pandemia;
➡ per gli alunni della scuola primaria e delle scuole secondarie di primo grado, è previsto un elaborato scritto, multimediale, pittorico o scultoreo per descrivere in che modo ognuno ha contribuito ad evitare il contagio e quali comportamenti virtuosi ha attuato;
➡ per gli alunni delle scuole secondarie di secondo grado, infine, è previsto un testo in linea con l’indirizzo di studi di appartenenza.
Il termine ultimo per la produzione degli elaborati sarà il 16 febbraio 2021, quando essi verranno consegnati al referente dell’istituto, e dovranno pervenire in busta chiusa all’ufficio scuola, al primo piano di Palazzo Sant’Anna, entro il 19 febbraio. Una commissione formata da dirigenti scolastici e docenti curerà la valutazione degli elaborati.
Per tutti i partecipanti della scuola dell’infanzia sarà assegnato un gadget, mentre per i vincitori del concorso nelle altre scuole sono previsti premi in denaro tra 50 e 150 euro.