Covid: deceduta donna ad Ercolano. A Castellammare 78 casi in un giorno

1

Una corsa contro il tempo. Sale la preoccupazione nel vesuviano per l’impennata delle ultime ore di contagi da Covid. I sindaci dei rispettivi comuni si dicono preoccupati.

Nel comune di Torre del Greco ieri, registrati 31 ulteriori casi di positività da Covid-19 di cui 2 ospedalizzati e 29 in isolamento domiciliare. Si contano però anche 3 nuove guarigioni. In totale quindi sono 298 i casi positivi in città di cui 291 in isolamento domiciliare e 7 ospedalizzati. 

Brutta notizia per la comunità di Ercolano. Nella giornata di ieri registrata una vittima da coronavirus. Come spiega il sindaco Buonajuto si tratterebbe di una donna di 57 anni con patologie pregresse ricoverata presso il Covid Hospital di Boscotrecase. “Sono affranto e vicino alla famiglia, esprimo il cordoglio mio personale e di tutta la città” – ha affermato il sindaco.

Dopo la guarigione dal virus, il sindaco di Portici, Enzo Cuomo, ha diramato attraverso una diretta facebook i dati dei contagi da Covid: “Si registrano 351 persone positive delle quali 19 però non residenti a Portici” ha affermato il sindaco. “Sono stati effettuati dal 16 agosto circa 7.300 tamponi un numero enorme per una città di queste dimensioni” ha concluso.

Cresce ancora il numero dei contagi a Castellammare, in linea con l’andamento in tutta la Regione Campania. Sono 78 i cittadini che nelle ultime 24 ore sono risultati positivi al tampone mentre 13 sono le persone ufficialmente guarite. Il sindaco Gaetano Cimmino spiega: “L’incremento dei contagi è sempre più preoccupante. A tal proposito ho richiesto al direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud di garantire esiti più rapidi perchè il virus corre velocissimo”

Altri 16 positivi al Covid a Boscoreale. Registrate 6 guarigioni, salgono quindi a 99 i casi di contagio nel comune vesuviano. “Sono molto preoccupato da questa ulteriore impennata di contagi – ha dichiarato il sindaco Antonio Diplomatico – raccomando la massima attenzione e l’uso continuo della mascherina che resta un presidio importante a difesa del virus”