tampone tvcity

Covid: negli USA le vittime superano quelle della II guerra mondiale.

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri 4.229 decessi provocati dal coronavirus, ovvero il secondo livello giornaliero più alto dall’inizio della pandemia. E’ quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Sempre ieri, ripota la Cnn, vi sono stati 178.255 nuovi casi, che portano il totale dei contagi a quota 24.434.283, inclusi 406.001 morti.

Il numero dei decessi per Covid nel Paese, secondo il conteggio della Johns Hopkins University, ha superato i 405.399 morti americani fra militari e civili nella Seconda Guerra Mondiale (cifra ufficiale del Dipartimento per i reduci). Finora sono state distribuite almeno 35.990.150 dosi di vaccini ed almeno 16.525.281 dosi sono state somministrate.

La nuova amministrazione americana ha oggi ringraziato l’OMS per il suo ruolo di leadership nella lotta contro la pandemia e le ha assicurato il suo sostegno finanziario.

Gli Stati Uniti, che ieri hanno annunciato il loro ritorno all’Organizzazione mondiale della sanità, “intendono rispettare i propri obblighi finanziari nei confronti dell’organizzazione”, ha detto l’immunologo Anthony Fauci in una riunione del consiglio dirigente dell’agenzia delle Nazioni Unite.

“L’Oms è una famiglia di nazioni. Siamo felici che gli Stati Uniti restino in famiglia”. Lo ha scritto su Twitter il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, dopo l’annuncia della nuova amministrazione guidata da Joe Biden del ritorno degli Usa nell’agenzia dell’Onu. Il post è accompagnato dall’hashtag ‘#WeAreFamily’.

Il Brasile ha registrato 1.340 morti di Covid-19 e 64.385 contagi nelle ultime 24 ore. Lo rivela il ministero della Salute, precisando che si tratta della seconda cifra piu’ alta di vittime del 2021 dopo i 1.524 morti dello scorso 7 gennaio. Il bilancio totale sale a 212.831 vittime e 8.638.249 contagi dall’inizio della pandemia.

Nelle ultime 24 ore in Russia sono stati accertati 21.887 nuovi casi di Covid-19 e 612 persone sono morte a causa della malattia: il più alto numero di decessi in un giorno dal 24 dicembre. Lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus. Le città con più nuovi contagi sono Mosca, con 3.458 casi in un giorno, e San Pietroburgo con 3.112. Stando ai dati ufficiali, dall’inizio dell’epidemia in Russia si registrano 3.655.839 casi di Covid-19 e 67.832 decessi provocati dal virus Sars-Cov-2.

Le vittime in Germania sono arrivate alla soglia dei 50.000. Secondo il Robert Koch Institut le vittime decedute per il covid-19 sono attualmente 49.783, secondo la testata Die Zeit la soglia dei 50.000 è stata superata e ora si è raggiunto il numero complessivo di 50.320 vittime. Cala invece, secondo l’istituto federale di Sanità, l’incidenza del contagio nella popolazione (119 nuovi contagi su 100.000 abitanti in 7 giorni), così come diminuiscono il numero dei nuovi contagi registrati (20.389 rispetto ai 25.164 della settimana scorsa), e il numero dei morti (1013 rispetto ai 1244 della scorsa settimana).

(fonte: ANSA)