Covid nel Vesuviano: ancora morti, ma pochi controlli – VIDEO

181

Altre giornata nera ieri per Torre del Greco. Nell’ultimo comunicato del Centro Operativo Comunale è stato confermato il decesso di quattro cittadini, rispettivamente di 74, 62, 79 e 90 anni. Sono pochi, tuttavia, i nuovi positivi rispetto ai giorni scorsi. 27 casi di positività riscontrati a fronte di 97 nuove guarigioni. Boom di contagi, invece, a Castellammare di Stabia dove sono 92 i cittadini risultati positivi al coronavirus solo nella giornata di ieri. Tra i nuovi contagiati ci sono undici piccoli tra gli 1 ed i 9 anni, undici ragazzi tra i 10 ed i 17 anni e due persone di 83 e 85 anni. Sono stati lavorati complessivamente 359 tamponi. 37, invece, i guariti, tra cui un 15enne, un 92enne ed un 85enne. Paura per la variante inglese a San Giorgio a Cremano, dove un caso rientrante nella nuova tipologia di virus è stato riscontrato in un alunno della scuola Don Milano. Chiuso il plesso scolastico e tutta la classe in quarantena. Intanto i sindaci di Portici, Ercolano, Torre del Greco, Cercola, Somma Vesuviana, Pollena Trocchia, Massa di Somma, San Sebastiano al Vesuvio e Volla hanno scritto una lettera indirizzata al Ministro dell’Interno, al Prefetto e al Questore di Napoli. Consci dell’impossibilità da parte degli uomini delle Forze dell’Ordine – seppur con turni massacranti – di monitorare adeguatamente l’intero circondario, hanno chiesto maggiori unità per il controllo del nostro territorio per far rispettare le nuove disposizioni per limitare i contagi, soprattutto ora che la Campania è di nuovo in zona arancione.