conte
  • serigraph
  • Faiella
  • tvcity promo
  • Lavela
  • un click per il sarno
  • Miramare
  • Santa Maria la bruna

E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri del governo Conte il decreto “Cura Italia”, una prima tranche di aiuti e sostegni a famiglie, imprese ed enti pubblici per un totale di 25 miliardi di euro. Lo ha annunciato il premier in diretta questo pomeriggio, accompagnato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo.

Tra le misure previste, circa 3 miliardi e mezzo destinati al Sistema Sanitario Nazionale e al Dipartimento di Protezione Civile per intensificarne e rafforzarne le attività. Oltre 10 miliardi sono previsti come sostegno all’occupazione “affinché nessuno perda il posto di lavoro”, ha affermato Gualtieri. Sono estesi gli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori dipendenti, e tutti i lavoratori autonomi e stagionali sono coperti con un assegno di 600 euro una tantum per il mese di marzo. Viene esteso il congedo parentale e viene offerto un voucher babysitter per le famiglie. Resta confermato il Reddito di Cittadinanza.

La restante parte dei fondi stanziati con il decreto sono destinati alla liquidità, al credito e ad altri settori economici. Sono sospesi e posticipati i versamenti di tributi e le rate da versare allo Stato fino a fine maggio per le aziende fino a 2 milioni di fatturato e per quelle maggiormente colpite dall’emergenza Coronavirus.

Nei prossimi giorni è prevista la discussione di un’ulteriore manovra straordinaria a sostegno dei lavoratori e delle famiglie. Il ministro Catalfo, inoltre, non nega una possibile proroga dei decreti attualmente in vigore in merito alla chiusura delle scuole e delle attività lavorative.

🔴 In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Lunedì 16 marzo 2020