Torre del Greco: ritardi nell’avvio della mensa, mamme sul piede di guerra

694

Anche quest’anno ritardi nell’avvio della mensa a Torre del Greco. E’ dello scorso 9 ottobre la determina comunale a firma del dirigente responsabile del settore Giuseppe D’Angelo relativa alla procedura aperta per l’affidamento del servizio mensa e preparazione dei pasti per gli alunni delle scuole dell’infanzia, delle scuole primarie che esercitano il tempo pieno e per il personale docente e non docente avente diritto alla mensa secondo le normative vigenti per la durata di 3 anni. Contestualmente, la determina è anche la presa d’atto della proposta di aggiudicazione a favore della Global Service SRL. L’iter per l’avvio è stato poi successivamente rallentato da una richiesta agli atti giunta da un’altra ditta che ha partecipato alla gara. 

Si resta dunque, in attesa degli esiti dei procedimenti amministrativi. Cresce intanto il malcontento delle famiglie che si stanno mobilitando per fare sentire la loro voce e chiedere spiegazioni sui tempi di avvio del servizio. L’anno scorso la mensa parti’ con notevole ritardo, ai primi di marzo, facendo registrare non poche difficoltà negli istituti torresi dopo una situazione di stallo andata avanti per mesi a seguito di ricorsi e problematiche legate ad autorizzazioni e permessi. 

Nella vicina San Giorgio invece il servizio partirà lunedì 28 ottobre nei cinque istituti comprensivi della città. Sarà erogata dal lunedì al venerdì fino al 31 maggio 2018, salvo richieste da parte degli istituti scolastici di proseguire fino al 30 giugno 2020. L’amministrazione, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, ha confermato le buone pratiche messe in atto negli anni precedenti, in materia di refezione, garantendo a migliaia di famiglie completezza del servizio e pasti qualitativamente sempre più controllati.